La riviera dei Cedri in 4 giorni

Se sei capitato in questo articolo ti puoi ritenere fortunato! Si, perchè oggi scoprirai tutta la bellezza di un tratto di costa in Calabria e un itinerario di viaggio di 4 giorni per viverla da cima a fondo. Stiamo parlando della riviera dei Cedri, quella che io amo definire il “paradiso dei Cedri”.

Un tratto di costa che, la prima volta che la si visita, letteralmente ti cattura. Mare cristallino, spiagge selvagge immerse in angoli nascosti da scogliere, ospitalità diffusa, borghi, movida e tanto divertimento.

In questo articolo propongo un itinerario di 4 giorni, il minimo sufficiente per provare e vivere tutta la straordinaria bellezza di questi luoghi. Adatta sia a famiglie con bambini, sia a giovani coppie che gruppi di amici in cerca di divertimento.

Ma prima di partire introduciamo brevemente dove si trova e quali sono le peculiari caratteristiche di questo tratto di costa calabrese.

La riviera dei Cedri: cosa sapere

Situata in provincia di Cosenza sul versante Alto Tirreno calabrese, prende il nome per la coltivazione appunto del cedro, un agrume antichissimo utilizzato principalmente per la produzione di bevande e canditi. Comprende oltre al tratto costiero, anche una parte del territorio montano posto proprio a ridosso della costa, e cioè il Parco Naturale del Pollino.

Scalea nella costa dei cedri

Nella riviera dei Cedri troviamo anche le uniche due isole calabresi: l’isola di Dino e quella di Cirella. Due Isole di piccole dimensioni ma di grande rilevanza dal punto di vista storico e naturalistico. Questo grazie soprattutto alla presenza di grotte, una flora e fauna interessanti e antiche torri di avvistamento costruite per salvaguardare il territorio dall’arrivo di imbarcazioni nemiche.

Un contesto tutto da scoprire che negli ultimi anni è diventata un’importante meta turistica nel panorama calabrese.

Ma ora basta con i convenevoli. Andiamo a scoprire insieme l’itinerario di 4 giorni nella costa dei Cedri.

La riviera dei Cedri: itinerario di 4 giorni

Prima di partire ti dico subito che l’area è ben servita e collegata da servizi di spostamento, ma come sempre io suggerisco di essere auto-muniti, per goderti appieno e spostarti in modo rapido da un luogo all’altro.

Iniziamo dalla prima tappa, che non può che essere San Nicola Arcella.

1 – San Nicola Arcella e l’Arco Magno

La prima e indiscussa tappa nella riviera dei Cedri è senza dubbio San Nicola Arcella con il suo borgo e la straordinaria bellezza dell’Arco Magno, vero e proprio simbolo dell’intera Calabria.

Una scoperta unica vedere come la natura abbia modellato questo angolo di terra, generando un arco di pietra attraverso il quale il mare si spegne in una delle spiagge più sensazionali della Calabria. Alla spiaggia si accede apertamente attraverso un percorso caratterizzato per lunghi tratti da un panorama mozzafiato.

Dopo la classica foto di rito con l’arco alle spalle e un bagno nel mare, ti consiglio di affittare una barchetta o un pedalò per godere il contesto dalla prospettiva del mare. Stupendo!

Un paradiso a cielo aperto costellato da un borgo antico che di sera si anima con ristoranti, artigiani e botteghe accompagnate dai locali notturni dove si riversa la movida giovanile.

2 – Praia a Mare e l’isola di Dino

La seconda tappa di questo itinerario da non perdere nel panorama della costa dei Cedri è l’ultimo paese della Calabria confinante con la Basilicata, Praia a Mare. Una suggestiva cittadina sul mare che ogni anno ospita numerosi eventi e concerti sulla spiaggia che affaccia sull’Isola di Dino.

Nel 2019 è stata scelta come tappa da Jovanotti per il suo tour sulle spiagge, il Jova Beach Party che ha riunito più di 30 mila fans.

Isola di Dino Praia a Mare

Mare cristallino e una distesa di spiagge sabbiose molto spaziose con ristoranti e locali che affacciano direttamente sul mare. Il lungomare la sera si brandisce di famiglie, bambini e ragazzi con attrazioni, animazioni, giochi e discoteche.

Tappa fissa è anche la degustazione di prodotti tipici e pietanze a base di pesce fresco di giornata che deliziano il palato prima di ripartire per la tappa successiva di questo viaggio nella costa dei Cedri.

3 – Diamante e Scalea

Scendendo verso sud della riviera dei cedri troviamo altre due località che meritano di certo una visita: Diamante e Scalea.

Diamante è uno splendido paesino sul mare con un borgo molto particolare. Infatti qui oltre alla storia e alle architetture medievali troviamo una notevole presenza di arte contemporanea. Il borgo è completamente immerso e caratterizzato da murales che danno vita ad un contesto creativo di rara bellezza.

Oltre al creativo borgo, Diamante è conosciuto per il suo splendido mare e per l’Isola di Cirella che la corona definitivamente come uno dei punti fermi da visitare nella riviera dei Cedri. Interessante nei dintorni è l’unico museo del peperoncino al mondo che si trova a Maierà, non molto distante dal centro di Diamante.

Scalea ha un’interessante borgo medievale pieno di vicoli e gradini che portano fino alla sommità del paese dove troviamo i ruderi del castello Normanno. Da qui godiamo di una vista mozzafiato sull’intera area di Scalea e osservare dall’alto lo splendido mare della riviera.

Da qui per arrivare all’ultima tappa di questa breve ma intensa vacanza nella riviera dei Cedri: il Parco Naturale del Pollino.

4 – Parco Naturale del Pollino

Premetto che il Parco per estensione è molto grande e che quindi le distanze non sono molto brevi. Ma da Scalea si può accedere facilmente nella parte iniziale del Pollino, il giusto per respirare l’aria fresca e pulita della natura.

Inoltre per i più temerari e amanti dell’avventura qui troviamo una sola parola: rafting. Infatti lungo il Fiume Lao troviamo associazioni locali che organizzano escursioni e rafting per una giornata di puro divertimento e adrenalina.

Rafting in Calabria

Scopri di più sul Rafting nel Lao.

Richiedi un itinerario

Se sei arrivato fin qui vuol dire che hai letto tutto l’articolo e mi fa molto piacere. Per qualsiasi informazione puoi ricevere consigli e suggerimenti richiedendo gratuitamente un itinerario. Ti metteremo in contatto con le migliori guide del luogo, ti suggeriremo cosa fare, dove mangiare, e quali esperienze provare.

Scopri di più sulle Coste in Calabria.

Prima di lasciarci abbiamo bisogno di te e ti chiedo una cosa importante: lascia un feedback all’articolo e condividilo con i tuoi amici.

Aiutaci a crescere e fai conoscere la straordinaria bellezza della riviera dei Cedri 🙂

Scrivi un commento...